I cavernomi intracerebrali

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

cavernoma%20del%20tronco[1]Angiomi cavernosi

In rapporto alla recente vicenda del noto sportivo, in questi gioni molti colleghi ed amici mi chiedono informazioni su cosa sia un “cavernoma” cerebrale, sulle sue conseguenze, se e come va trattato e sui risultati del trattamento.

Negli anni sono stati pubblicati molti articoli sulle riviste scientifiche internazionali, alcuni dei quali scritti dal nostro gruppo negli anni ’90 (vedi articoli allegati).

Il cavernoma, o “angioma cavernoso” è una malformazione vascolare ben nota, generalmente congenita, frequentemente sintomatica in età giovanile. L’osservazione di un paziente affetto da cavernoma singolo o multiplo, asintomatico o sintomatico per emorragia o epilessia, è molto comune per i neurochirurghi, soprattutto tra coloro che si occupano di patologia cerebrovascolare.

Anche la Neurochirurgia del San Filippo Neri di Roma tratta spesso questa patologia: in accordo con la letteratura internazionale e con la nostra esperienza, il successo del trattamento chirurgico dipende dalla sede dell’angioma e dal tipo di esordio clinico.

Di seguito, il commento su “Q-salute” di uno dei nostri pazienti operato per un angioma cavernoso in sede critica.

 

Documenti:

Intracranial cavernous angioma

Intradural_Extramedullary_Cavernous_Angioma__Case

Conus medullaris cavernoma

http://link.springer.com/article/10.1007%2FBF00313508#page-1

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *