Meningiomi Intracranici nella 8°-9° decade di vita

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Convegno a Roma: neurochirurgia e invecchiamento

Meningioma frontale 77 anni
Meningioma frontale 77 anni

Si è tenuto a Roma il 5 Settembre 2014 un incontro tra i principali neurochirurghi italiani avente per oggetto: La Neurochirurgia e l’invecchiamento della popolazione. Nel convegno sono stati affrontati vari argomenti e a me è stato dato l’onere e l’onore di discutere l’atteggiamento migliore nei pazienti “anziani” affetti da meningioma intracranico.

La conclusione è stata la seguente:

i meningiomi intracranici crescono poco, lentamente e non sempre.

Negli anziani (oltre i 75 anni di età) sono più frequenti (12%) i meningiomi “atipici” (ossia più aggressivi, infiltranti e recidivanti). Pertanto, pazienti con menigingiomi voluminosi associati ad edema e spostamento della linea mediana sono candidati ad una asportazione generosa ma giudiziosa in rapporto a clinica, ASA (condizioni generali) e sede. Se le dimensioni del meningioma sono contenute ed i sintomi sono sfumati o assenti conviene uno stretto controllo clinico-RMN e se il tumore cresce oltre il previsto programmare l’intervento.

Nelle forme atipiche (aggressive) è indicata la radioterapia postoperatoria (convenzionale, gamma-knife, cyber-knife o proton beam).

 

Leave a Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *